mercoledì 24 dicembre 2014

Ultimo Natale senza la Chiesa

Dovrebbe essere l'ultimo Natale celebrato fuori delle mura della Chiesa parrocchiale ma ancora più importante l'ultimo Natale che gli abitanti di San Carlo alle Mortelle trascorreranno privati della propria Chiesa, perché il Tempio è la casa dei fedeli, della comunità, è un bene non di pochi addetti ai lavori ma di quanti si riconoscono appartenenti ad una stessa famiglia.

Mi auguro che tutta possa andare per il meglio e che la Chiesa parrocchiale possa essere riconsegnata ai fedeli, a quanti hanno a cuore la vita della comunità non solo per la liturgia domenicale ma per il funzionamento di tutte quelle attività al servizio del quartiere con un'attenzione particolare ai più bisognosi .

Auguro a tutti di trascorrere un sereno Natale con i propri cari , con i propri affetti, nella pace e nella concordia e, se possibile, rivolgendo un pensiero ed una preghiera per  i malati, i carcerati, i prigionieri delle dipendenze, i disperati a causa delle guerre e delle persecuzioni, i senza dimora e i senza lavoro.

Buon Natale di Pace e di Speranza.

6 commenti:

  1. Gabriella Fulfaro
    Già immagino la grande festa che faremo (se Dio ci'ò ffà vedè) ! Tanti auguri Antonio !!!

    RispondiElimina
  2. Massimo Giarraffa
    Auguri Antonio...sara' una grande festa ..il prossimo anno

    RispondiElimina
  3. Olga Fedele
    tantissimi auguri di un sereno e santo Natale.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Olga, ricambio auguri di ogni bene

      Elimina